Vai al contenuto

Post di m

1 luglio 2018

Qui è pochi minuti prima del dramma.
Tre sono andati a fare un giro in tender, io fotografo e dormicchio, Luca prende il sole, Lele traffica in cabina di prua.
Siamo a Palmarola, non sono neanche le 10 e abbiamo già cambiato ancoraggio. Io sono sveglio dalle 4 e mezza, quando il vento è calato e prima che entrasse da direzione opposta, la barca ha cominciato a rollare intraversata.
Alle 6 ho anche fatto un giro a traina, per vedere se per caso riuscivo a sorprendere qualcosa di appena sveglio.
Poi piano piano si sono svegliati tutti, abbiamo fatto i caffè, eccetera. Eccetera. Ma torniamo all’azzurro dei Vardelli.
Son lì che contemplo il mondo ed ecco che Lele emerge e mi pone due domande che non posso evadere. “Com’e’ che quando pompo l’acqua esce da sotto?”
“Com’e’ che la pompa di scarico della doccia non scarica?”
Mi devo alzare dal mio azzurro.
La seconda è facile, pulisco il filtro, stringo bene, e tutto funziona.
La prima è più critica: ad ogni pompata l’acqua schizza dalle fascette. Primo, patetico tentativo, pompiamo più forte. Secondo: stringiamo le fascette e solo dopo pompiamo più forte. Terzo tentativo smontiamo la pompa. Anche perché si è capito che c’è un tema di carta igienica, ieri e poi anche oggi. Ieri ok oggi no. Rimontiamo la pompa alla come viene.
Quarto tentativo, l’imputato comincia ad essere il tubo di scarico, con il sondino da elettricista da fuori. Ci va Lele, che si sente in colpa.
Quinto tentativo, smonto, con una certa apprensione, il tubo di scarico lato presa a mare. Trovo un pallocco di carta e canto vittoria. Ma rimonto, e non va, la sonda si ferma comunque dopo.
Sesto tentativo, smonto il tubo lato cesso. Dagli col sondino, altro tappo, diverso da quello a valle, ad occhio.
Settimo tentativo, sfilo il tubo di scarico, non senza difficoltà. Lo portiamo a poppa e proviamo a stapparlo con la pompa del tender.
Ottavo. Ci infiliamo un manico di spazzolone da un metro e mezzo. Non va, c’è un blocco, forse due
Alla fine, battendo come forsennati alternativamente dalle due estremità, e facendo pause per svuotare, in modo da colorare i Vardelli di maron, riusciamo a stappare.
I tubi di scarico si incrostano di pipus, formando alcune stalattiti calcaree che alla fine intoppano tutto. Rimonto, con agilità.
Non funziona un cazzo. Sto una mezz’ora a capire come rimontare (bene) la pompa… per fortuna ogni pezzo ha una sua forma immediata, che per me vuol dire sempre mezz’ora. Va.
Lavo tutto, scarico dal doccino. Non va. Le provo tutte, poi è ora di pranzo, ci si sposta alla Tramontana, e lì riprendo. Pulisco il filtro, insufflo aria da sotto, esce di tutto, poi innesco la pompa soffiando e ora pare che vada.
Resta il tempo di un bel bagno alla Tramontana, oggi particolarmente blu, pulita e fresca.
Giochiamo con Wilson, il pallone trovato ieri in mare, mangiamo avanzi, scherziamo. E alle 3, come dichiarato, sono in rotta per casa.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...