Vai al contenuto

Diario di una ipotesi

6 agosto 2011
Img01161-20110806-1130

Anche quest’anno, pure denso negli ultimi mesi di avvenimenti nel mio piccolo epocali, ad un certo punto ho sentito che dovevo prendere il mare. Si poteva stare a casa, l’ufficio con qualche collega simpatico, a pensare progetti futuribili. La piscina del circolo verso ora di pranzo. La sera, con le seduzioni di trattorie romane all’aperto, finalmente accoglienti, con i tavoli sui sampietrini di una citta’ diventata tranquilla e silenziosa.
Oppure un tranquillo e per me inedito periodo di villeggiatura al Circeo, da solo su Senza Parole, corteggiato dai cari ormeggiatori e con il motorino a terra per raggiungere Anzio, amici, parenti.
Pero’ poi ho aperto Lamma Toscana, questo WE c’e’ una finestra di tempo da Sud, max 4, che spingerebbe la prua del mio vascello verso orizzonti nuovi, non nel senso che divento ricchione, ma magari che posso andare a cercare panorami diversi. O magari anche manfani, you never know.
E allora ho brigato, fatto programmi, messo inserzioni, sentito perfetti sconosciuti che potevano unirsi ai miei programmi. Senza grande frutto, ma mi sono anche deciso che posso farcela da solo. E quindi ho mollato, ho detto che se tutto va bene torno il 21 e sto allungandomi verso Sud Ovest, Palmarola, con la piacevole compagnia di Katja, che pero’ sbarchero’ domani a Ponza, giacche’ ha ancora da fare a Roma.
Le canne sono giu’, la cambusa e’ appena essenziale, ma ho il quasi pieno di acqua, gasolio e spezie per fare il pesce e quindi non manca nulla.
Il vento e’ da Sud, il mare calmo, il cielo di quel celeste chiaro che sa di umidita’ estiva.

Annunci

From → Uncategorized

4 commenti
  1. barahonda permalink

    tante volte capita che gli amici o i familiari che tante volte ci accompagnano e dividono con noi i piaceri del mare non possono o non vogliono venire……quindi fai bene a partire cmq….è pur sempre una esperienza…..certamente positiva…..buone vacanze

  2. Francesco Palombelli permalink

    <div><font size=2 color=navy face=Arial> Grazie Barahonda, ci si prova!!!</font></div>

  3. sandro permalink

    è da una settimana che sto facendo i preparativi per andare a ponza ed è da una settimana che c’ho un’amnesia che mi preoccupa non poco: come si chiama quel libro che racconta di quel folle che partecipa alla prima regata in solitario intorno al mondo e quando, sicuro di vincere, cambia rotta e riprende il largo?L’ho letto anni fa e non lo trovo più.Quello che è grave è che non ricordo neanche il titolo.HelpP.s.: The answer, my friend, is blowin’ in the wind,The answer is blowin’ in the wind.

  4. Francesco Palombelli permalink

    <div><font size=2 color=navy face=Arial> E’ un libro di Moitessier, se non sbaglio e’ &quot;La lunga rotta&quot;. Ciao Sandro, le tue isole oggi sono splendide, mare calmo a ponente e a levante.</font></div>

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...