Vai al contenuto

Appunti vari

12 agosto 2009

Dettagli che uno rimuove, e forse fa bene, ma che danno un po’ il colore della atmosfera della crociera lunga.
Tender. L’ho messo in acqua ad Anzio e non l’ho mai tirato su. I nodi persi a vela vengono compensati dalla visuale libera e dalla agibilita’ della prua. Per la traversata di ritorno sto meditando di sgonfiarlo. Il motore lo tiro su, a meno che non debba fare tratti brevi, sotto le poche miglia con mare buono. Una gonfiata alla settimana lo tiene a pressione decente.
Canne: stesso discorso, una volta uscite non sono quasi mai rientrate in cabina. Ne ho 5 sempre pronte nella rastrelliera di poppa. Quella dell’albero, la smontero’ in quanto più’ scomoda.
Frigo: mai spento. Purtoppo ho fatto tanto motore e non ho mai dovuto temere per le batterie. Sono riuscito a produrre del ghiaccio, fondamentale per l’aperitivo serale.
Lazy bag: avendo la lampo rotta ho trovato grande giovamento a inserrare la randa sul boma con un paio di cime. Si fa prima. Gli ultravioletti perdoneranno.
Lavori a bordo: dopo qualche giorno, pur avendo tutto il tempo per dedicarsi a lavoretti, in genere si pensa ad altro. O ci si rilassa.
Primi giorni: qui vale l’esatto opposto. Ci vogliono almeno due o tre giorni per entrare a regime. Anche in pochi e con una barca gia’ settata come la mia. Conta anche la tensione accumulata, la voglia di fare tutto che uno ha covato per tanto tempo d’inverno. Poi, ci si rilassa.
Acqua: ho quasi sempre avuto almeno un serbatoio pieno. Stimo l’autonomia in tre a 6 giorni, 7 stando attenti.
Rada, porti e terra. Se il tempo e’ buono e la rada protetta, il mio equipaggio non brama il porto. Semplicemente, non fa differenza. Lo fa per me, magari, che dormo con un occhio solo, che non si sa mai… Quel che invece non amano e’ la rada deserta oltre un giorno o (mai provato) due. La distrazione di un giro a terra, di un negozio, di un ristorante, fa, eccome.
Gatti. Ho 4 gatti a bordo. A parte il primo giorno che erano atterriti e dove abbiamo preso parecchio mare in prua, si sono ambientati perfettamente. Di giorno riposano, la mattina e la sera scorrazzano ovunque, sopra e sotto. Hanno la loro cabina, con la cassettina e le pappe, dove abbiamo tolto i cuscini. Ad un certo punto hanno cominciato ad impuzzolentire il tappetino, l’ho lavato a Bonifacio e forse intenzionalmente dimenticato steso ad asciugare ( puzzava ancora) Meglio senza, più’ igenico!

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...